fbpx
  • Le Ulcere (o lesioni) da decubito (LDD) rappresentano un serissimo problema socio-sanitario ed un disagio psico-sociale enorme, sia per il paziente sia per i familiari.

    Comprendere questo primo concetto è un passo avanti per una Cura realmente efficace.

    Le Ulcere da decubito sono la fine di un processo che parte da lontano e che coniuga una serie di alterazioni meccaniche, dismetabolismi, patologie internistiche, infezioni, sovrainfezioni e non lascia da parte, l’ambiente entro il quale tali lesioni vengono a rappresentarsi in un soggetto.

    L’Unità Medico-Paramedica di cura delle Ulcere da Decubito, deve comprendere

    – Il dermatologo

    – L’internista

    – L’infermiere esperto in Wound Care (Infermiere esperto nelle medicazioni delle Ferite difficili e delle Ulcere)

    Ogni paziente dovrebbe essere pertanto sottoposto inizialmente ad un’attenta analisi multidimensionale: questa analisi deve necessariamente comprendere, un’attenta raccolta anamnestica di tutti i dati del paziente, che spaziano dal suo equilibrio psico-fisico a quello sociale, a tutti gli aspetti farmacologici, fino a quelli ambientali.

    Ad oggi, le ulcere da decubito, debbono essere incasellate in un preciso e puntuale schema diagnostico terapeutico il quale deve prendere in considerazione:

    il tipo di ulcera

    – la sede dell’ulcera

    – le connessioni con altre sedi corporee

    – la presenza di infezioni e contaminazioni batteriche e micotiche ed altre infestazioni

    – la presenza di fistole od ascessi

    – la presenza di formazioni eterotopiche dell’osso

    – la presenza di gravi alterazioni metaboliche in grado di contribuire al mantenimento dell’ulcera

    – la presenza di un adeguata alimentazione ed idratazione corporea

    – la presenza di aree necrotiche, di aree sottominate, di tessuto di granulazione

     

    LA STADIAZIONE DELLE ULCERE DA DECUBITO

    La stadiazione delle Ulcere da decubito consta di IV stadi*:

    • I STADIO: Eritema cutaneo che non scompare alla digitopressione (eritema irreversibile)
    • II STADIO: Soluzione di continuo superficiale che coinvolge l’epidermide ed il derma superficiale: si può presentare come un’abrasione, una vescicola od una ulcerazione superficiale
    • III STADIO: Ulcera a tutto spessore che comprende la cute intera fino alla sottostante fascia; può essere o non essere sottominata
    • IV STADIO: Ulcera a tutto spessore con interessamento muscolare fino alle strutture ossee

    * In presenza di ESCARA (area necrotico – crostosa incassata ai piani sottostanti) la Stadiazione può divenire di difficile interpretazione

     

    IL PROGRAMMA DI CURA

    Il programma di Cura viene stabilito all’interno dell’Unità Sanitaria dal Medico e viene attuato sia dal medico che dall’Infermiere esperto in Ulcere, secondo dei criteri che variano in base al caso e che debbono essere sempre annotati in una scheda paziente specifica (scheda di monitoraggio delle lesioni da decubito).

    Ogni terapia deve essere impostata e protratta per una settimana ed entro le due settimane il paziente dovrebbe mostrare miglioramenti significativi; al contrario, dovrà essere immediatamente impostata la terapia e proseguita fino al miglioramento.

    Il programma di CURA del paziente con Ulcera da decubito deve prevedere:

    1. valutazione dello stato iniziale della lesione e della sede/i (repertorio fotografico)

    2. valutazione dello stato internistico del paziente

    3. valutazione dei fattori di rischio (variano in base all’allettamento o alla postura): valutazione del programma di cambio posturale e presidi antidecubito

    4. verifica delle eventuali contaminazioni, sovrainfezioni, infestazioni dell’Ulcera (esami colturali e parassitologici mediante tamponi e biopsie del fondo)

    5. la verifica del tipo di alimentazione del paziente e la modulazione della stessa

     

    IMPOSTAZIONE DEL TRATTAMENTO DELL’ULCERA DA DECUBITO

    Questo deve sempre prevedere:

    1. Sbrigliamento

    2. Pulizia

    3. Medicazione delle lesioni

    4. chirurgia delle lesioni (III-IV stadio che non risponde alle terapie)

    5. managment delle lesioni nell’intervallo fra i trattamenti (programmi di educazione sanitaria)

    La raccomandazione finale è quindi quella di rivolgersi ad una equìpe sanitaria preparata ad affrontare la cura delle Ulcere da Decubito, la quale sarà anche pronta alla valutazione delle situazione associate ed alla prevenzione e trattamento delle complicanze nel paziente.

    Inserisci un commento →

Inserisci un commento

You must be logged in to post a comment.