fbpx

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Dott Luigi Laino 5 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #13776

    Anonimo

    Gent .Dott Luigi Laino,

    salve sono una ragazza di 33 anni ,avendo letto diversi suoi interventi in rete riguardo alle malattie veneree mi è sembrata la persona piu adatta alla quale sottoporre un mio problema che ora tenterò di esporle sperando in una sua risposta perche onestamente non so piu dove sbattere la testa avendo sentito diversi pareri anche tra loro contrastanti.
    SINTOMI: prurito e “taglietti” vulvari, alcune papille (a detta di tutti fisiologiche)a sinistra vicino imene.
    dunque un primo ginecologo con vulvoscopia e acido acetico su vulva ha individuato zone aceto bianche e mi ha fatto fare biopsia in tre punti :1 portio 12, papilla interno piccolo labbro destro (quindi non le papille che dicevo prima che sono a sinistra ma una preunta altra pupilla) e margine interno picc labbro dest , risultato di tutti e tre i prelievi :CONDILOMI.
    mi hanno visto altri ginecologi e un venereologo che mi hanno detto che non ho nessun condiloma acuminato e quindi non devo fare nulla e che su collo dell utero e utero con vulvoscopia e acido acetico non si rileva nulla , inoltre fatta tipizzazione cervice NESSUN ceppo hpv rilevato .
    mi hanno anche spiegato che biopsia ha indicato condilomi probab solo perche c era qualche coilocita e inoltre che se ci fossero eventualmente condilomi piani vulvari ( dubbio che è venuto a me , ma su vulva non mi hanno piu fatto osservazione con acido acetico) non sono da trattare perche solo il condiloma acuminato costituisce patologia ed è infettivo . LEI CHE NE PENSA?
    inoltre riguardo alla mia sintomatologia ( tagi e prurito ) si è parlato di candida o possibile herpes .onestamente non so che pensare e in realta io personalmente se dovessero esserci condilomi piani ho pensato anche alla sifilide …
    concludendo vorrei sapere cosa ne pensa e quali situazioni sono pericolose o infettive per altre persone in caso di rapporti , attendendo risposta la ringrazio

    #16355

    Dott Luigi Laino
    Partecipante

    Gentile utente

    le descrizioni dei segni e sintomi che mi riferisce – seppur dalla limitante sede telematica – non mi fanno certo pensare a condilomatosi, ma ad altre condizioni infiammatorie che non escludono fra le diverse ipotesi nemmeno un lichen scleroatrofico

    Pertanto non posso aggiungere nulla di utile poiché la condizione telematica non mi permette di approfondire il caso.

    cari saluti

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.