• Nuove Terapie rigenerative nella Calvizie

    Nella cura della Calvizie, altrimenti definta Alopecia Androgenetica, sono ad oggi stati recentemente introdotte nuove Terapie microinfiltrative per il cuoio capelluto, con lo scopo di contribuire in vario modo ad un processo rigenerativo dei capelli e del bulbo (il follicolo pilo sebaceo).

    Luigi Laino calvizie

    Fra queste, spiccano il PRP (Plasma Umano Ricco di Piastrine) e sostanze che definiamo CRP (Complessi Ristrutturanti dei Capelli): queste ultime sono prìncipi vitaminici ed aminoacidici con carattersitiche biomolecolari attive per i capelli (Ciancobalamina, Piridossina, Nicotinamide, Calcio pantotenato; inoltre arginina, cisteina, glutammina, glicina) associate o meno ad Acido Ialuronico non cross-linkato.

    Tali terapie hanno preliminarmente dimostrato in grado variabile, un’efficacia ormono-indipendente nella ristrutturazione del complesso pilo-follicolare e quindi nell’inversione del ciclo di crescita e quindi dell’appuntamento della fase anagen, del capello già colpito dal processo di miniaturizzazione.

    In questo contesto, è pertanto possibile asserire che, se ulteriori studi andranno verso questa conferma, il dermatologo avrà già a disposizione nuove e più sicure terapie-target per combattere la progressione dell’alopecia androgenetica che – come noto – ad opera di influenze ormono-recettoriali, causa la miniaturizzazione del capello ed il conseguente diradamento delle aree ormono-dipendenti del cuoio capelluto, sia nell’uomo che nella donna.

    Le nuove terapie microinfiltrative si basano soluzioni iniettabili direttamente nel cuoio capelluto, mediante aghi ultrasottili (mesoterapici) 30-32g. Fra le tecniche più recenti ad oggi (oltre al PRP, plasma ricco di piastrine) si annoverano formulazioni specifiche combinate con indicazione per microinfiltrazioni nel cuoio capelluto in grado di diminuire la perdita dei capelli (rallentando quindi il processo di miniaturizzazione) e ristrutturare le fibre del capello: queste terapie possono essere associate o meno ad altre farmaci sistemici e topici, in base al caso. In particolare segnaliamo una terapia microinfiltrativa nata con questo scopo e recentemente accreditata come MEDICAL DEVICE di Tipo III con l’indicazione per microinfiltrazioni zonali per il cuoio capelluto composta da acido ialuronico + complesso molecolare polivitaminico.

     

    Luigi Laino terapia calvizie

    Questa terapia è composta da sostanze attive e non nocive per l’organismo quali l’acido ialuronico e un complesso poli-vitaminico denominato RHB che per il quale è stato dimostrata scientificamente una proprietà anti DHT (ovvero anti diidrotestosterone, l’ormone causa della calvizie); praticamente il complesso RHB è in grado di inibile a livello recettoriale l’azione del DHT senza essere lo stesso, un farmaco enzimatico o un ormone. Gli effetti potenziali di questo complesso, in associazione con l’acido ialuronico sono principalmente: – la riduzione della miniaturizzazione (perdita di capelli tipica della calvizie maschile e femminile) – la protezione contro agenti ossidanti – la protezione del derma e del follicolo – l’idratazione del cuoio capelluto Come e da chi si effettua questa terapia? E’ stato recentemente prestabilito un protocollo di 6 sedute a distanza di 10-15 giorni l’una dall’altra, che si associano ad un mantenimento costituito da una seduta microinfiltrativa ogni 3-4 mesi. La terapia deve essere effettuata direttamente e solo da Medici Specialisti e la durata della stessa si aggira attorno ai 15 minuti a seduta; non servono anestesie e particolari accorgimenti ed esami sierologici: è sempre necessaria invece la visita Dermatologico Tricologica preliminare.

    Come Fare per prenotare una Vista Tricologica nel nostro Centro Dermatologico a Roma (pressi Stazione Termini)

    Inserisci un commento →

Inserisci un commento

You must be logged in to post a comment.