• calviziecalvizie cura
    Tricoscopia digitale: immagini prima e dopo terapia

    La tricoscopia digitale è una metodica diagnostica non invasiva di recente introduzione nella diagnostica tricologica.

    Essa può avere una significativa efficacia nella diangosi di tutte le patologie dermatologiche a carico del cuoio capelluto, dal Lichen plano pilare, al Lupus discoide, all’Alopecia areata  a molte altre condizioni del cuoio capelluto.

    La Tricoscopia digitale trova impiego anche nella diangosi e nel controllo terapeutico della Alopecia androgenetica (La Calvizie) sia maschile che femminile, poichè è in grado di valutare delle variabili che caratterizzano il grado di severità del processo androgenetico.

    I criteri più utilizzati per la valutazione della Calvizie a livello tricoscopico sono:

    a) valutazione del diametro medio del capello: questo dato è fondamentale per valutare e differenziare una alopecia androgenetica da altre forme di defluvium: maggiore è la diversità fra i fusti dei capelli, più alto è il grado di severità della calvizie. Il criterio funzionale è percepito maggiore o minore del 20% (nel primo caso si parla di positività)

    b) valutazione della densità locale per campo di analisi: in questo contesto, si valuta la densità per centimetro quadro o per campo di analisi del cuoio capelluto: in parole più semplici si analizza quanto è folta quell’area di cuoio capelluto. Questa variabile è analizzata in base ad una scala digradante a punti.

    c) alterazioni dermoscopiche del cuoio capelluto a liveloo follicolare: in tal caso la presenza di “depressioni centrofollicolari” di “ipercheratinizzazioni perifollicolari” di “ipervascolarizzazione perifollicolare” di “follicoli fantasma” etc. stabilisce dei criteri aggiuntivi che possono essere di ausilio in corso di diangosi di diverse patologie dermatologiche e in corso di alopecia androgenetica.

    E’ chiaro che questa metodica non può essere slegata dalla valutazione clinica dermatologica: pertanto è solo e soltanto il dermatologo a poter effettuarla e poter coniugarla al dato obbiettivo clinico.

    La funzione di questa metodica pertanto, può avere non solo efficacia in ambito diagnostico, ma anche nel corso del controllo terapeutico per poter saggiare quindi i benefici delle terapie impostate, che anche in caso di Calvizie ad oggi risultano essere molto efficaci.

    (diritti riservati)

    Inserisci un commento →

Inserisci un commento

You must be logged in to post a comment.