• Se ne parla poco, eppure la stenosi acquisita progressiva del meato uretrale può costituire un’urgenza medico-chirurgia nella fasi avanzate. Lichen sclerosus?

    COS’È

    Lichen sclerosus e restringimento del  meato uretrale : tale condizione è costituita dal restringimento progressivo del meato uretrale, ovvero della porzione terminale dell’uretra stessa in corrispondenza del glande.

    QUANDO INSORGE

    Con il termine “acquisita” si intendono sempre patologie o condizioni cliniche  non  presenti alla nascita o nelle primissime fasi dell’infanzia.

    PERCHÈ INSORGE

    Con ogni probabilità una stenosi progressiva del meato uretrale sia nella fascia pediatrica che nell’adulto può essere in connessione con il Lichen sclerosus

    Il lichen sclerosus è una malattia infiammatoria autoimmunitaria dei genitali che causa la sclerosi progressiva dei tessuti colpiti; essa è considerata una pre-cancerosi di tipo non obbligato e per tale ragione è necessario ad oggi che venga diagnosticata per tempo e venga impostata una terapia efficace.

    COME SI PRESENTA

    Nelle fasi iniziali può esserci una iniziale difficoltà alla minzione (fase iniziale espulsiva); in seguito il mitto può variare di intensità e direzionalità; nelle fasi conclamate il meato uretrale diviene via via sempre più piccolo e biancastro, tendente all’obliterazione;

    COME SI CURA

    Sebbene tale condizione possa pre-configurare un’urgenza medico-chirurgica in caso di completa ostruzione del flusso urinario, nelle fasi precedenti tale patologia può essere curata con successo anche a volte senza chirurgia e con approcci medici e fisici.

    Utile in caso di dubbio la visita dermovenereologica.

    Come Fare per prenotare una Vista Venereologica nel nostro Centro Dermatologico a Roma (pressi Stazione Termini)

    Inserisci un commento →
  • Inserito da Guido il 12 luglio 2017, 12:28

    Guido, 70 anni a Settembre, diabetico sovrappeso (cm. 180 x 85 Kg.), ipertensione arteriosa, I.P.B., portatore di "stent" cardiovascolare dal Novembre 2015.

    Affetto da Lichen Sclerosus, diagnosticato, dopo circoncisione plastica del frenulo e ricostruzione del prepuzio residuo per fimosi post flogistica all’Ospedale San Giovanni di Dio di Orbetello (GR) in data 07/02/1997, da successivo esame istologico.

    In data 10 Maggio 2000, altro ricovero stesso Ospedale, solito primario, per ritenzione urina da stenosi uretrale. Eseguite due dilatazioni uretrali fino al calibro di 9,5mmm.

    Dopo cinque anni è tornata la fimosi sul prepuzio residuo ed all’Ospedale della Misericordia di Grosseto, mi è stata praticata una circoncisione totale.

    I miei rapporti sessuali sono sempre stati normali dopo gli interventi subiti.

    Infine, il 12 Dicembre 2016, sempre all’Ospedale della Misericordia di Grosseto, mi è stata praticata una frenuloplastica "in paziente trattato con due circoncisioni da lichen scleroticus).

    Questo intervento si è reso indispensabile per le continue lacerazioni sotto-glande a dx e/o a sx del prepuzio durante i rapporti sessuali, che si sono poi azzerati fino a (oggi) scomparire.

    Ad oggi il mio urologo non mi ha dato speranze e mi ha liquidato con una sola frase: Non si può fare altro perchè la malattia non è curabile:

    Ho 70 anni e vorrei tanto che la mia vita sessuale non terminasse in questo modo.

    Chiedo un parere per sapere se esiste veramente una cura, ed in caso positivo, prenoterò una visita immediatamente con il Dott. Luigi Laino.

    Cordialmente, Lanzi Guido

    Rispondi →

Inserisci un commento

You must be logged in to post a comment.